Una clamorosa svista che rischia di trasformare una bellissima iniziativa come il restauro dei murales del Liberati in una gaffe senza precedenti. "Cile hoy carcel del pueblo. Manana tumba del facismo" recitava la scritta originale del dipinto in curva sud (Cile oggi carcere del popolo, domani tomba del fascismo). Ma nella versione restaurata non più tardi di tre mesi fa, scompare il riferimento al "fascismo". A notarlo è stato lo scrittore Alessandro Chiometti su Facebook.

Apriti cielo. Le foto fanno il giro di Facebook e diventano un caso politico, visto che lo stadio Liberati è un bene di proprietà comunale. Va detto che è stata la Ternana, di sua iniziativa, dalla scorsa estate a provvedere a ritinteggiare i murales dipinti nel 1975 dagli esuli cileni della Brigata Pablo Neruda che si rifugiarono in Umbria per scappare dalla sanguinosa dittatura di Augusto Pinochet. Un'iniziativa che ha trovato un coro unanime di apprezzamento. Fino alla gaffe del riferimento al fascismo che viene coperto, involontariamente pare, da una mano di blu.

Sulla questione, ecco la nota diffusa dalla Ternana: "In merito alla ristrutturazione dei murales del Liberati la Ternana Calcio comunica che la parte mancante "del Facismo" relativa a quello della curva sud è responsabilità della società e non del Comune di Terni. Del restauro si sono occupati due collaboratori della Ternana che non volevano assolutamente omettere nulla, hanno commesso un errore del quale si scusano. Tra oggi e domani (condizioni meteo permettendo), il murale verrà completato nella versione originale".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.B
Squadra Pt G
Pordenone 73 38
Triestina 67 38
Imolese 62 38
Feralpisalò 62 38
Monza 60 38
Sudtirol 55 38
Ravenna 55 38
L. R. Vicenza 51 38
Sambenedettese 50 38
Fermana 47 38
44 38
Gubbio 44 38
Albinoleffe 43 38
43 38
Vis Pesaro 42 38
Giana Erminio 42 38
Renate 39 38
Rimini 39 38
A. J. Fano 38 38
Virtus Verona 38 38

ULTIME GARE DISPUTATE