Si chiama Red Union Rugby Club la nuova franchigia nata dall'accordo tra Terni Rugby e Orvietana Rugby. Il valore di condivisione delle scelte la fa da padrone all’interno di questa compagine tanto che sia il nome che il logo, con il quale giocheranno gli atleti, è stato scelto in maniera condivisa attraverso una serie di sondaggi tra dirigenti, giocatori e sostenitori dei club. La franchigia riguarderà le categorie Under 16 e Under 18 che parteciperanno ai rispettivi campionati.

"La realizzazione della franchigia Red Union Rugby Club, nasce prevalentemente dalla necessità e dalla voglia di creare un contesto dinamico e stimolante per le categorie Under 16 e Under 18 che nelle realtà locali sono spesso caratterizzate da numeri esigui". Questi i presupposti con i quali Carlo Lanzalonga prende la presidenza della nuova struttura. "Proprio per questo - aggiunge - la franchigia nasce per restare aperta a chiunque abbia le nostre stesse necessità e voglia entrare a far parte, condividendone i valori, di una nuova famiglia dove il rugby possa essere giocato con qualità".

"La collaborazione nasce da una reciproca simpatia e anche da una sintonia tecnica - spiega il presidente del Terni Rugby, Fabrizio Campana – la volontà dei club è quella di creare i presupposti per un rugby condiviso e di qualità oltre che gettare le basi per ricostruire le squadre Seniores delle rispettive società". Luca Foscoli, presidente dell'Orvietana Rugby aggiunge: "Abbiamo unito le migliori disponibillità tecniche del territorio dell'Umbria del sud per costruire un progetto nuovo e di lungo respiro con l'idea di portare questo sport, i suoi valori ed i suoi insegnamenti a conoscenza di tutti per creare una realtà competitiva che possa confrontarsi con le altre squadre del centro Italia".

In questo senso è strategica la collaborazione con il Circolo Lavoratori Terni avviata dal Terni Rugby a inizio stagione. Tante le iniziative previste in estate: sessioni di allenamento alla palestra Skyfitness, incontri dimostrativi sulla disciplina, incontri con personaggi famosi del rugby e pomeriggi di relax in piscina. Ma soprattutto nello staff della franchigia coopererà anche il Clt sia con la preparazione atletica e la palestra che come sviluppo tecnico. Sono sei i tecnici del Circolo di via Muratori, giovani professionisti tutti altamente qualificati sotto il profilo dell'attività motoria e della prepazione atletica, attualmente in formazione per diventare educatori di rugby di primo livello.

La franchigia parte su base triennale e riguarda anche collaborazioni nelle attività di minirugby e Under 14, anche se per queste due categorie ogni club manterrà le rispettive formazioni. L'obiettivo è inoltre quello di strutturare un piano di promozione e propaganda condiviso al fine di smontare i classici pregiudizi con i quali troppo spesso è condizionato l'ingresso a questo sport da parte di giovani atleti. I campi delle società sono aperti a tutti i ragazzi e le ragazze che volessero provare questo sport. Basta andare nel tappeto verde delle rispettive società al De Martino ad Orvieto o in via del Cardellino a Terni, armati di un paio di scarpe da ginnastica e tanta voglia di divertirsi.

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
13a di campionato, 28/11/2020
Vibonese - Ternana 2 - 3