Arriva su uno scooter, abbastanza vissuto, che non vede l’ora arrivi il 25 Maggio del 2023. Quel giorno, Emanuele compirà 18 anni, data fatidica per la prima patente. La moto è una Sfera Piaggio, che fu già il primo mezzo di trasporto a motore per babbo Armando e il fratello Francesco. Primo segnale per indicare una famiglia sana, nella quale contano i valori, così come il rispetto per le cose, oltre che per le persone. Emanuele Rossi è il “portierino”, così piace definirlo a mister Fiorucci, chiamato a difendere la porta dell’Orvietana nella stagione del ritorno in serie D. I sette metri e trentadue, distanza tra i due pali, li condivide con Luis Bracaj, anche lui giovane, con un anno in più. Fra loro c’è grande armonia, si rispettano , oltre a essere sempre i primi a incoraggiarsi reciprocamente nei momenti difficoltà. Ed è un altro bel segnale per raccontare di persone sane e non solo nel fisico, l’ideale per portiere. Emanuele, difforme da altri colleghi trovatisi fra i pali dopo ispezioni o tentativi in altri ruoli, aveva già deciso quale sarebbe stato il suo ruolo fin da bambino. Racconta delle partitelle fra amici, su campi e campetti il più delle volte rimediati, nel corso delle quali non vedeva l’ora che arrivasse una palla per tuffarsi e inzaccherarsi: “ Sapessi quanto mi piaceva. Tanto fango, altrettanta la felicità”. Tifa per la Roma, e qui Armando c’ha messo un po’ del suo, non ha mai preso a modello un portiere giallorosso o, comunque, italiano: “ Dovessi sceglierne uno mi viene da pensare a Petr Čech, ex portiere del Chelsea e oggi dirigente sportivo. Quando ero piccolo vidi una partita in televisione nella quale fece tante parate, alcune spettacolari. Penso sia stato quell’episodio a far scattare la molla”. La prima Società a tesserarlo fu il G.S. Federico Mosconi di Sferracavallo, oggi Orvieto FC e Davide Dettori il primo allenatore. Carlo Duranti, ex portiere dell’Orvietana e poi eccellente preparatore di numeri uno, il suo primo maestro. A proposito di scuola e docenti, Emanuele sta viaggiando, con OTTIMO profitto, al Liceo Majorana, indirizzo linguistico. Perché proprio linguistico? Da osservatore attento a tutto ciò che accade intorno come si conviene a un portiere, durante una visita alla scuola nel periodo dedicato all’orientamento, rimase colpito dalla voce “gite all’estero”, contemplata nel piano di studi: “Purtroppo, vuoi per la pandemia o per altre difficoltà all’estero non sono ancora andato – conclude sorridendo”. La serie D prevede allenamenti giornalieri, lunedì escluso. Per uno studente, fare bene entrambe le cose comporta impegno e organizzazione: “Vero. C’è da dire che, come altri ragazzi praticanti lo sport, usufruiamo di un piano studi dedicato con il quale è possibile fare l’una e l’altra cosa”. E poi, qualora dovesse insorgere qualche difficoltà, c’è sempre Michela, la sua fidanzatina, nonché compagna di classe. Pure lei vive la sua gioventù in una famiglia sportiva, per via del fratello Tommy, promessa del motorsport delle due ruote. Emanuele, in classe, è un po’ l’idolo dei compagni. Il lunedì subisce l’interrogatorio, comprese critiche, ma sempre amichevoli. I compagni hanno notato, a esempio, le sue difficoltà nello star fermo durante un’intervista televisiva e non sono mancate le battute. Tornando al calcio, dopo il trasferimento dal Federico Mosconi all’Orvietana, caldeggiata da Andrea Valterio, il portierino ha bruciato le tappe. Seguito, fino alla scorsa stagione, da Vasco di Domenico e adesso con Massimo Prete, Emanuele ha dato importanti segnali di crescita. Quest’anno, almeno al principio ha pagato dazio, principalmente per la poca esperienza. Essendo, però, veramente “tosto”, ha ben ammortizzato qualche dispiacere, riproponendosi anche più maturo. A diciassette anni, dovesse incappare in qualche altro non sarebbe un dramma. A casa sono tutti con lui, ma sempre nei limiti dell’intelletto. Francesco, il fratello maggiore, è il suo primo estimatore e tifoso. A mamma Barbara, la domenica viene meno l’ispirazione per pennelli e tavolozza. Troppo forte il desiderio di andare alla partita. Armando tiene le fila.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
21a di campionato, 21/1/2023
Reggina - Ternana 2 - 1
Eccellenza
21a di campionato, 22/1/2023
Sansepolcro - Olympia Thyrus 2 - 3
Pontevalleceppi - Narnese 2 - 1
Promozione gir. B
20a di campionato, 22/1/2023
Vis Foligno - Campitello 0 - 0
Terni F.C. - Todi 4 - 0
Superga 48 - Guardea 1 - 0
Spoleto - AMC 98 2 - 0
San Venanzo - Clitunno 0 - 2
Ducato Spoleto - Amerina 5 - 2
Bevagna - Real Avigliano 2 - 1
Bastia - Sporting Terni 3 - 2