E’ uno dei giocatori più “datati” ed esperti all’interno della rosa della Generali Futsal Ternana insieme a Cesar Sachet. Alla soglia dei quarant’anni Daniele Paolucci ha ancora voglia di allenarsi, di divertirsi e se possibile raggiungere un altro obiettivo da inserire nella sua splendida carriera.

Questa in corso potrebbe essere l’ultima stagione da calcettista per il “bomber” rossoverde che farà di tutto per regalarsi un’ultima soddisfazione, cercare di portare, insieme ai suoi compagni, la Generali Futsal Ternana più in alto possibile. E si perché quando è stato chiamato dal Direttore Sportivo Michele Carpinelli nella stagione 2019-2020 per disputare il campionato di serie C1, l’intento era, con la sua esperienza da vendere, quello di far crescere nel corso degli anni sia la società sia i ragazzi che facevano e fanno parte della rosa. Promessa mantenuta dal classe 1983 che dopo aver portato i colori rossoverdi nel campionato nazionale di serie B ora punta allo step successivo nonostante le difficoltà del caso e del momento delicato che sta passando la squadra. Quest’anno, dopo l’addio di Simone Capotosti, si è aggiunta una responsabilità in più, la fascia da capitano che Daniele sta indossando con molto orgoglio e disciplina. Vero esempio dentro e fuori dal campo il numero 7 rossoverde in questa stagione si è messo a disposizione della squadra e del mister Federico Pellegrini per ricoprire a volte un ruolo che nella sua carriera ha svolto poche volte, quello da ultimo che grazie all’esperienza e all’intelligenza tattica sta interpretando in modo egregio. A testimonianza di ciò sono le sole due reti segnate a Macerata contro il Cus alla seconda giornata e a Spello contro i Grifoni alla quarta. La partita di sabato nel derby contro la squadra di mister Picchietti è l’occasione giusta per vedere il capitano gonfiare la rete per la prima volta al di Vittorio.

Analizza il momento delicato Daniele: “Quella passata è stata una settima un po' travagliata, venivamo da una vittoria non troppo convincente contro il Cus Macerata e le due sconfitte subite martedì scorso a Russi e sabato ad Imola ci possono stare perché secondo me sono le due squadre più forti del campionato e lo stanno dimostrando. Due ko comunque da distinguere, in Coppa Italia ce la siamo giocata ad armi pari per gran parte del match mentre contro la Dozzese siamo stati arrendevoli fin da subito, ci siamo consegnati e le tre espulsioni hanno compromesso una gara già difficile di per sé ma soprattutto vanno ad incidere nella fondamentale partita di sabato contro i Grifoni. E’ un derby importante contro una compagine che sta facendo benissimo da neo promossa, sappiamo che non sarà facile perché sono fastidiosi però noi abbiamo necessità di fare risultato, vogliamo continuare a fare bene come abbiamo fatto fin qui. Non dimentichiamoci che la nostra è una squadra che è partita per fare un buon campionato, stiamo rispettando le attese, ci siamo qualificati per il primo turno di Coppa Italia di categoria e credo che dobbiamo proseguire su questa strada. Il girone D è molto equilibrato, vogliamo regalare altre soddisfazioni ai nostri tifosi, siamo lì e sabato diventa fondamentale vincere per rimanere agganciati sia al discorso promozione diretta che a quello play-off perché poi ci aspetta un trittico di partite molto difficili. Russi, Recanati e Futsal Ancona ci diranno che ruolo potremmo ricoprire da qui alla fine”.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
27a di campionato, 27/2/2024
Palermo - Ternana 2 - 3
Eccellenza
23a di campionato, 25/2/2024
Terni F.C. - Ellera 3 - 1
Pontevalleceppi - Olympia Thyrus 3 - 2
Angelana - Narnese 3 - 2
Promozione gir. B
23a di campionato, 25/2/2024
San Venanzo - Guardea 3 - 1
Ducato Spoleto - Sangemini Sport 2 - 1
Campitello - Cerqueto 3 - 1
Amerina - Cannara 1 - 4
AMC 98 - Clitunno 0 - 4