L'Interamna è partita alla grande nella Divisione Regionale 2: 5 vittorie su 5 gare disputate, 372 punti segnati e 264 subiti e sta andando in crescendo come dimostrano gli ultimi due successi. Uno in trasferta sul campo della Uisp Palazzetto Perugia, rilevante per l’entità del punteggio, 111-51 e l’altro per la prestazione tecnica contro una delle squadre pronosticate come protagoniste della categoria come il Città di Castello, sconfitto alla Cupola Leo Seconi per 67-49. Filippo Graziani, alla sua prima stagione da coach sulla panchina dei neroverdi, ha analizzato così il momento positivo in un'intervista pubblicata dal Corriere dell'Umbria: “Siamo contenti ovviamente di questo primo posto, ma piedi saldamente piantati a terra. Perché i conti si faranno a maggio con la Final Four. Lo scorso anno l’Interamna ha chiuso la stagione regolare come prima in classifica, poi ha perso la sfida decisiva con la terza. Intanto facciamo legna per l’inverno, questa fase ci serve per migliorare, è stralunga, anche se le vittorie alzano il morale e sono utili in prospettiva qualificazione e il posizionamento nella griglia della fase decisiva. Vedo la squadra in crescita, aver battuto Castello di 18 punti è un bel segnale, perché abbiamo affrontato una delle tre realtà da posizioni alte, come lo sono anche Gubbio e Orvieto. La mia squadra ha valori fisici e tecnici importanti, ma da qui a giocare bene ce ne passa. Mi aspettavo una buona partenza, ma non ci avrei messo la mano sul fuoco. Questo campionato è una maratona, bisogna dosare le energie e migliorare, perché gli altri poi ti prendono le misure”. Poi il focus del tecnico si sposta su un fattore non di poco conto, il proprio campo di gioco. “Giocare alla Cupola è fantastico, alla prima partita casalinga c’era il pienone, sarà stata anche la curiosità per la riapertura al pubblico. Comunque avere sugli spalti 150-200 spettatori significa portare numeri altissimi per questa categoria, ma anche per un paio di quelle superiori. La prima squadra serve da vetrina anche per i giovani che si avvicinano a questo sport, un bel messaggio per tutta la pallacanestro ternana. Giocare in questa struttura è sicuramente un fattore determinante”. A cercare il pelo nell’uovo per Graziani cosa c’è da migliorare? “Ho più giocatori in grado di fare canestro, trovando una maggiore sinergia, imparare a giocare di più insieme, aumenteremmo il potenziale offensivo. La difesa già va bene, da squadra battagliera, di sacrificio e con buona tecnica. Ma nell’ultima partita li ho visti anche giocare bene”.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
33a di campionato, 13/4/2024
Cremonese - Ternana 1 - 2
Eccellenza
28a di campionato, 14/4/2024
Narnese - Olympia Thyrus 2 - 0
Città di Castello - Terni F.C. 1 - 1
Promozione gir. B
28a di campionato, 14/4/2024
Vis Foligno - AMC 98 0 - 0
San Venanzo - Ducato Spoleto 0 - 0
Real Virtus - Amerina 1 - 2
Guardea - Bevagna 0 - 1
Foligno Calcio - Sangemini Sport 5 - 2
Bastia - Campitello 1 - 0