Termina con una sconfitta il campionato della Ternana Rugby Club, risultato che non offusca l’ottima stagione che ha visto i ragazzi rossoverdi togliersi più di una soddisfazione, soprattutto tra le mura amiche. La capolista Anconitana si presenta al San Valentino di Terni, forte di un percorso netto senza nessuna sconfitta e con il desiderio di festeggiare con una vittoria la Coppa della Sibilla. Presenti alla partita il delegato provinciale del Coni, Fabio Moscatelli e due consiglieri dei comitati regionali di Umbria e Marche della FIR, Sergio Speziali e Marco Stazio.

Partenza molto equilibrata con le squadre che si studiano e sembrano più attente a non scoprirsi piuttosto che a cercare soluzioni che permettano una marcatura. Dopo dieci minuti giocati nella parte centrale del campo un giocatore ospite si fa trovare in fuori gioco durante una ripartenza della Ternana. Ruta, arbitro di esperienza, fischia l’infrazione e da oltre trenta metri è il solito Biba a piazzare il calcio che porta la Ternana in vantaggio per 3 a 0.

L’Anconitana si riorganizza e spinge per tenere il ritmo alto. La difesa rossoverde è in questa fase molto attenta e ben schierata in campo e lascia poco spazio al movimento dei trequarti biancoverdi. Servono diverse percussioni e una pressione costante a far sì che poco fuori dai ventidue arrivi il calcio di punizione da posizione favorevole che l’apertura ospite segna pareggiando il risultato.

Pochi minuti dopo altra punizione dell’Anconitana che anche questa volta preferisce andare per pali piuttosto che tentare il bersaglio grosso, segno evidente che la partita viene avvertita come molto equilibrata anche in campo. La Ternana non ci sta. Giorgini e Lamanna spronano i ragazzi in campo e il gioco viene preso in mano dai giocatori rossoverdi. Ancora una volta è la touche il fondamentale dove i Draghi si esprimono al meglio. Da una rimessa laterale nei ventidue dell’Anconitana gestita con grande sicurezza si arriva a pochi metri dalla linea di meta; sono gli avanti che si incaricano di provare a marcare con una serie di pick’n’go fino a che Canulli non riesce a schiacciare in meta con Biba che trasforma per il momentaneo 10 a 6.

Il vantaggio dei padroni di casa dura però pochi minuti e a pochi secondi dalla fine del primo tempo è la squadra dorica a imbastire una bella azione in velocità che termina con una meta all’altezza della bandierina. La posizione angolata nega i tre punti e alla pausa il risultato è di 10 a 11.

Al quinto del secondo tempo è un calcio piazzato che aumenta il vantaggio della squadra ospite. Ora è l’Anconitana a gestire la partita facendo leva sull’esperienza del pacchetto degli avanti che mette in difficoltà la mischia della squadra di casa. E proprio da una palla uscita da una mischia, la squadra biancoverde si trova in superiorità numerica e va a segnare una meta in mezzo ai pali che viene poi facilmente trasformata.

La Ternana prova in tutti i modi a riacciuffare il risultato ma quando la sembra poter essere riequilibrata i dorici mettono in campo una serie di sostituzioni che chiudono la partita con due mete – entrambe trasformate – che portano il risultato sul 10 a 35.

Nella parte finale del match esce fuori l’orgoglio umbro e la Ternana schiaccia nella sua metà campo l’Anconitana. La squadra dorica prova a resistere mettendo sul terreno di gioco la grande esperienza di cui dispone. L’assalto alla linea di meta diventa e alla fine, dopo una serie di falli ripetuti, l’arbitro indica la meta tecnica per la squadra rossoverde.

Fischio finale e squadre alla premiazione con il risultato di 17 a 35. All’Anconitana viene consegnata la Coppa della Sibilla per il meritato primo posto, dopo una stagione giocata senza alcuna sbavatura. La Ternana, dal canto suo, conclude il suo primo campionato di serie C con un terzo posto che premia il grande sforzo della squadra e di tutta la società per il rilancio del rugby seniores nel capoluogo.

Prima del classico Terzo Tempo è Omero Ferranti che evidenzia il risultato raggiunto dalla Seniores: “quando a luglio dello scorso abbiamo deciso di far ripartire il rugby della Prima Squadra a Terni le incognite erano veramente tante, ma abbiamo voluto scommettere su un gruppo di ragazzi con esperienza che è stato la calamita per tanti bellissimi rientri. A Natale ho cominciato a capire che avremmo potuto vincere la scommessa e oggi possiamo confermare che l’esperienza è riuscita appieno e il risultato ottenuto supera ogni rosea speranza di inizio stagione.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
38a di campionato, 10/5/2024
Feralpisalò - Ternana 0 - 1