Il centro diagnostico Domus Gratiae, in via Ippocrate 164 a Terni, effettua TAC con e senza liquido di contrasto. Ma la novità al centro polispecialistico Murri in via Ciaurro 6 è rappresentata dal macchinario TAC Cone Beam, installato da pochi mesi e che è strettamente legato al nuovo servizio di odontoiatria.



Che cos'è la TAC?

La TAC, sigla che sta per Tomografia Assiale Computerizzata, è una procedura diagnostica che consiste in un’indagine digitale del corpo umano analizzato secondo sezioni, cioè a più strati (piani assiali). Sfruttando raggi X, l'esame riproduce sezioni corporee del paziente ed elabora immagini tridimensionali, attraverso un sistema computerizzato. L’impiego della TAC ad alta definizione ha diversi vantaggi: in primis i tempi di esecuzione degli esami che risultano nettamente ridotti e in secondo luogo la capacità di ricostruire delle sezioni del corpo anche al di sotto del millimetro.



A cosa serve e come viene eseguita

Serve a indagare quelle aree del corpo difficilmente osservabili con altri metodi, come ad esempio i vasi sanguigni, le strutture interne del cuore e i bronchi. La si fa in presenza di un sospetto diagnostico da accertare. E’ un esame che permette di ottenere diagnosi accurate su lesioni importanti come quelle del sistema nervoso, degli organi addominali, dell'apparato muscoloscheletrico. È indicata in tutte le situazioni in cui si sospettano traumi, emorragie, lesioni, ischemie o tumori.

Quanto dura una TAC?

Le moderne tecnologie hanno rivoluzionato il mondo della Diagnostica per immagini, migliorando anche i tempi di esecuzione degli esami. La durata di una TAC varia a seconda della parte del corpo esaminata e dal tipo di sospetto diagnostico che si vuole confermare. In ogni caso la durata copre un arco temporale che oscilla tra i 4 e i 10 minuti.



Preparazione alla TAC

Il paziente, prima di eseguire la TAC, viene invitato a togliere eventuali oggetti di metallo che potrebbero interferire con i risultati dell'esame. Una volta pronto, viene fatto accomodare sul lettino nella posizione richiesta dall'esame (supina, prona, laterale ecc.) e per un’esecuzione corretta, il paziente riceve comunque opportune indicazioni dal tecnico radiologo, su come muoversi o respirare. Mentre l'esame procede, il lettino avanza di piccoli intervalli attraverso lo scanner che fornisce le immagini tridimensionali del copro umano.

E’ prevista una preparazione solo quando la TAC sia effettuata con mezzo di contrasto. E’ necessario eseguire, come da norma di legge, alcuni esami del sangue, prima di sottoporsi alla tomografia assiale computerizzata, utili a verificare la funzionalità del fegato e dei reni.
Per la buona riuscita dell'esame gli specialisti sottopongono i pazienti ad una preparazione, necessaria a mettere il corpo nelle condizioni di essere analizzato al meglio. Per fare la TAC è preferibile che il paziente sia a digiuno per almeno sei ore prima dell’esame.



Effetti collaterali e fattori di rischio

La TAC con mezzo di contrasto non comporta in genere effetti collaterali. Al momento dell’esame, il paziente può avvertire una sensazione di forte calore in tutto il corpo, ma solo per breve tempo.
Tuttavia può in alcuni casi provocare lievissimi effetti collaterali, riconducibili ad esempio a reazioni allergiche al mezzo di contrasto, nausea, prurito o reazioni del sistema circolatorio. Eventuali effetti collaterali nella TAC dovuti alla somministrazione di mezzo di contrasto sono molto rari, ma nel caso in cui insorgano, vengono trattati in maniera tempestiva in strutture specializzate in medicina intensiva.



La TAC Cone Beam

In odontoiatria, per effettuare una corretta diagnosi e un corretto piano di trattamento, è fondamentale eseguire approfonditi esami radiologici. Nella moderna terapia implantoprotesica l'esame radiologico è l'unica indagine che permette di studiare bene le ossa mascellari del paziente per inserire in maniera corretta gli impianti dentari. La Tomografia Computerizzata Cone Beam (CBTC) ha una ridotta esposizione alle radiazioni, permettendo oltretutto una migliore risoluzione tridimensionale delle immagini. Ha in media un'esposizione ai raggi X inferiore di 23 volte rispetto alla T.A.C. convenzionale. Oltre a ciò, tramite l'esame Cone Beam si possono visualizzare le strutture nervose (nervo alveolare inferiore), le vie aeree ed i seni paranasali. Un'altra caratteristica è la possibilità di ottenere la ricostruzione di entrambe le arcate mascellari, superiore ed inferiore, con un'unica scansione, senza esami aggiuntivi e costi ulteriori.



Come si esegue?

Il paziente viene fatto sedere su una sedia e invitato ad appoggiare il mento su un apposito poggiatesta che facilita il corretto posizionamento. Il particolare design dell'apparecchiatura non risulta opprimente anche in caso di pazienti sofferenti di claustrofobia. Durante la rotazione del sistema, il paziente non deve deglutire. Il paziente è protetto dalle esposizioni ionizzanti e non entra in contatto con il sistema rotante. La sorgente dei raggi X e il detettore ruotano silenziosamente intorno al paziente, in circa 40 secondi, come un normale panoramico e, in tempo reale, il software ricostruisce l'immagine volumetrica che è subito a disposizione dell'odontoiatra.







Cidat esami diagnostici - visite specialistiche - centro prelievi - medicina del lavoro

LEGGI ANCHE

La risonanza magnetica per una corretta riabilitazione

Nuovo ambulatorio odontoiatrico Cidat: il tuo dentista di fiducia

Cidat presenta il nuovo centro di gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Benefici e vantaggi della ginnastica posturale. Come e dove praticarla

L'importanza di una sana e corretta alimentazione (per sportivi e non)

Se il problema non è dove si manifesta. La rieducazione posturale Mezieres

Come e quando effettuare una risonanza magnetica nucleare

Cidat: "La tecnica del Pompage per curare algie, contratture, artrosi"

Pubalgia traumatica, cronica e in gravidanza. Come prevenire e curare

Prevenzione, diagnosi e cura delle patologie legate alla spalla

La TECAR nello sport: recupero veloce e allenamento senza interruzioni

Dott. Roberto Teodoro Bock (Centro Cidat): "Sport...l'amico del cuore"

Cidat: "Le visite medico sportive e come azzerare i tempi di attesa"

Ortopedia e traumatologia: come ridurre i rischi di traumi al ginocchio

Come favorire il recupero dopo un trauma grazie alla Fisioterapia

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
4a di campionato, 15/9/2019
Ternana - Monopoli 0 - 2
Eccellenza
2a di campionato, 15/9/2019
Orvietana - Lama 1 - 1
Gualdo Casac. - Narnese 0 - 1
Promozione gir. B
2a di campionato, 15/9/2019
Olympia Thyrus - San Venanzo 2 - 0
Montefranco - Athletic Bastia 0 - 1
Massa Martana - AMC 98 2 - 2
Clitunno - Romeo Menti 5 - 1
Campitello - Giove 2 - 0
Amerina - Petrignano 1 - 0